Aten, the god of Akhenaten

DIO ATEN

Vuoi sapere chi era Aton (o Aton), il dio che rappresentava il Sole nell'antica civiltà egizia? Vuoi sapere come Aton divenne quasi l'unico dio dell'Egitto durante il regno di un "faraone eretico"?

Affascinati dall'antico Egitto, il nostro team ha preparato un articolo che risponde a queste domande.

Aton è il "dio disco solare" dell'antico Egitto: è l'incarnazione del Sole. Il dio Aton appare nel XXV secolo a.C. come dio minore dell'Egitto. Tuttavia, fu nel 1353 a.C. che Aton entrò davvero nei posteri diventando l'unico dio dell'Egitto durante il regno di Akhenaton, il cosiddetto "faraone eretico".

In questo articolo scoprirai:

  • Il luogo del dio solare Aton nella mitologia egiziana
  • La storia del "Culto di Aton" propugnato dal faraone Akhenaton (che stabilirà progressivamente la sostituzione di tutti gli dei con l'unico e onnipotente Aton)
  • Il grande problema che si pose Aton quando divenne l'unico dio dell'Egitto: la fine del mito della "Pesatura del Cuore"

Alla fine di questo articolo saprai tutto sul dio Aton e sul Culto di Aton di Akhenaton.

Cominciamo subito presentando chi è Aton secondo la mitologia egizia.

1) Chi era Aton?

Aton, il dio del disco solare, è la personificazione del Sole. Aton prende il nome dalla parola egiziana "yati" che significa "essere lontano" (che ovviamente si riferisce al Sole alto nel cielo).

Chiaramente consapevoli che il Sole è vitale per la vita, gli antichi egizi lodarono molto presto nella loro storia (a partire dall'anno 2500 aC secondo la raccolta di testi egiziani chiamata "Testi delle Piramidi") il disco solare multi-braccia chiamato Aten.

Aton è rappresentato come una sfera raggiante dalle lunghe mani con le quali bagna il mondo con la sua luce , condizione necessaria per la vita vegetale, animale e umana. In alcune rappresentazioni, il dio disco solare ha tra le mani la croce egizia "ankh" (simbolo egiziano della vita) che sembra protesa verso la terra per portarle cibo e fertilità (rappresentando quindi gli effetti benefici dei raggi del Sole) Sole).

Aton il dio del disco solare Aton viene progressivamente associato ai faraoni d'Egitto. In effetti, in quanto esseri dominanti supremi, i faraoni sono considerati gli esseri più vicini agli dei.

Successivamente, nel corso della storia dell'Egitto, compaiono sempre più collegamenti tra Aton e i re d'Egitto. Secondo le antiche leggende egiziane, è il faraone che controlla il Sole: è il faraone che ordina al Sole di sorgere e tramontare ai suoi stessi orari.

Eppure, se Aton è così famoso nella nostra società moderna, è perché Aton divenne l'unico dio dell'antico Egitto durante un piccolo periodo storico: quello dell'"eresia di Akhenaton".

2) Il culto di Aton

Ora puoi intravedere la divinità che incarna il Sole. Scopriamo ora la storia dell'istituzione del culto che lo collocò nella posizione di unico dio dell'Egitto.

A) Il dio Amon

Per capire come Aton divenne l'unico dio dell'Egitto, bisogna comprendere la storia del dio quasi "onnipotente" che sostituì: il dio Amon.

Amon era inizialmente il dio della creazione della vita. Secondo la mitologia egiziana , all'inizio del nostro mondo esistevano soltanto l'Oscurità originaria e l'Oceano originario . Poi, attraverso i ripetuti contatti tra l'Oscurità e l'Oceano, nacque il dio Atum, il dio che rappresenta il soffio della vita. Subito dopo questo evento, rispondendo al richiamo di Atum (cioè al richiamo della vita), nacquero per loro stessa volontà i due dei Ra e Amon :

Il dio del Sole Ra dalla testa di falco crea la Terra, le stelle e l'Universo mescolando armoniosamente l'Oscurità originale e l'Oceano originale. È così lui a creare il Sole Aton che poi pone come una corona sul suo capo per illuminare l'Universo, avendo conosciuto fino ad allora solo la notte.

Il dio Amon crea la vita trasformandosi in un'oca per deporre un uovo. Quindi, Amon si trasforma in un serpente per schiudere e fecondare questo uovo. Crea così le prime forme di vita animale, vegetale e umana.

Durante il periodo del Nuovo Regno d'Egitto (il periodo dell'Egitto dal 1550 al 1069 aC), il dio Amon diventerà sempre più importante nelle credenze egiziane. Amun diventerà gradualmente noto nella sua forma di Amun-Ra , cioè una forma in cui diventa tutt'uno con il falco dio Sole Ra. Sotto questa forma, Amon è quindi responsabile della creazione dell '"Universo" oltre alla creazione della "vita".

Sekhmet, Râ et Hathor Rispettivamente, in queste tre rappresentazioni di Sekhmet, Ra e Hathor, puoi osservare Aton sulle loro teste. Noterai che qui Aton non ha più le mani per portare la sua luce sulla Terra. Infatti, al posto delle sue braccia, la femmina del cobra Wadjet (il guardiano delle principali divinità egizie) è avvolta attorno ad Aton.

Fu durante il regno del nonno e del padre di Akhenaton (rispettivamente Thutmose IV e Amenhotep III) che Amon divenne un dio veramente più importante di tutti gli altri .

Tuttavia, l'Egitto non cadde in una forma di religione monoteistica poiché, nonostante la sua importanza, Amon non si sostituì agli altri dei e dee (lo sciacallo Anubi rimase il dio della morte, l'ibis Thoth rimase il dio della conoscenza, il gatto Bastet rimase la dea delle donne e della gioia , Bes rimase il dio nano della casa.).

B) Il faraone Akhenaton

Dall'inizio del suo regno, nel 1353 a.C., il figlio di Amenhotep III , Akhenaton, sarebbe stato presto "toccato" dalla figura divina di Aton . Voleva renderlo un "dio al di sopra degli altri dei".

Oggi non conosciamo ancora le ragioni esatte che portarono Akhenaton a scegliere il dio disco solare come futuro unico dio esistente. La teoria più probabile è che avrebbe avuto visioni di Aton durante alcuni viaggi nel deserto egiziano che avrebbe voluto condividere con tutta la sua gente.

Busto Akhenaton

Busto del "faraone eretico" Akhenaton, Museo Egizio del Cairo.

I) Il contesto della promulgazione del “Culto di Aton”

All'inizio del regno di Akhenaton, l'Egitto divenne un grande impero che si estendeva oltre i suoi confini: furono annesse gran parte della Turchia a sud e gran parte del Sudan a nord. Inoltre, numerose alleanze protettive concluse con i paesi vicini hanno permesso all'Egitto di raccogliere numerosi tributi. Per questo motivo Akhenaton disporrà di molte risorse finanziarie e umane all'inizio del suo regno .

sfinge Akhenaton Akhenaton rappresentato come una "sfinge" (cioè una creatura egiziana metà leone e metà faraone) che fa un'offerta ad Aton (le cui mani possono essere viste all'estremità dei suoi raggi solari).

II) Il “dio unico” egiziano

Quando salì al trono dopo la morte di suo padre Amenhotep III, Akhenaton (ancora noto come "Amenhotep IV") iniziò diverse riforme per dare ad Aton un posto di rilievo nel pantheon egiziano:

- Akhenaton inizia attribuendo ad Aton tutti i ruoli religiosi interpretati da Amon nella sua forma Amun-Ra . Aton diventa così il dio che ha creato l'Universo (appropriandosi così delle caratteristiche di Ra) e tutta la vita (appropriandosi così delle caratteristiche di Amon). Gli altri dei egizi sono comunque tollerati all'inizio del suo regno (saranno considerati servitori di Aton ma saranno però sempre più banditi e proibiti col passare degli anni del regno di Akhenaton).

- Akhenaton sciolse il clero di Amon , un'organizzazione molto potente all'epoca. Questo scioglimento gli permetterà allo stesso tempo di recuperare dal popolo le numerose ricchezze possedute da questo clero molto popolare.

- Akhenaton, fino ad allora chiamato Amenhotep IV, scelse un nuovo nome in riferimento ad Aton . Scelse il nome "Akhenaton" che in antico egiziano significa "colui che è gradito ad Aton".

- Akhenaton cerca di cancellare ogni traccia dei legami che esistevano tra i faraoni e il dio Amon . Per fare questo, Akhenaton farà distruggere e far eliminare i nomi dei faraoni che contengono un riferimento ad Amon da tutti i memoriali e dalle tombe in Egitto. Akhenaton non esitò a martellare i nomi di suo padre Amenhotep III la cui base "Amun-hotep III" deriva dall'antico dio centrale del pantheon egiziano.

- Akhenaton costruirà in onore della divinità solare egiziana la città di Amarna nel deserto durante il quarto anno del suo regno. Questa vasta città concentrerà per 3 anni tutte le risorse dell'Alto e del Basso Egitto. Sarà completato nel 1362 a.C. (la sua costruzione è durata 3 anni ed è iniziata nel 1359 a.C.). Il risultato finale sarà impressionante: la grande città di Amarna, ricchissima di palazzi e templi, sarà costruita ex novo nel mezzo del deserto egiziano occidentale , lunga dodici chilometri e larga tre .

A seguito di queste misure, la ristretta cerchia del faraone sarà tutta disposta a convertirsi alle credenze propugnate da Akhenaton ma il popolo egiziano molto meno.

In effetti, Aton non sarà pienamente accettato dal popolo a causa della brutalità del cambiamento implicato dall’istituzione di un unico dio . Nonostante la somiglianza dei due pantheon egiziani che hanno "Amon al centro" o "Aton al centro", il pantheon egiziano di Amon lascia spazio agli altri dei tradizionali egiziani con teste di animali, dove quello di Aton non ne lascia nessuno.

Probabilmente è questa troppo rapida messa da parte degli dei, così diffusa tra gli antichi egizi, che provocò un forte rifiuto di quella che sarebbe potuta diventare la prima religione monoteista della storia.

Nefertiti et Akhenaton Akhenaton, sua moglie (la famosa Nefertiti) e i loro figli rendono omaggio ad Aton.

III) Akhenaton "eresia"

A metà del suo regno, Akhenaton avrà molto meno margine di manovra rispetto all’inizio . Per una buona ragione, Akhenaton si rifiutò di inviare l'esercito egiziano a difendere gli stati precedentemente annessi all'Egitto che furono attaccati dagli invasori asiatici ittiti. Così, non essendo più garantita la protezione dell'Egitto, non si pagarono più i tributi : le casse reali si ritrovarono presto vuote.

Oltre a queste instabilità causate da un patrimonio in bancarotta, un altro problema sarebbe presto scoppiato: i sacerdoti caduti di Amon avrebbero complottato in tutto l'Egitto per rallentare l'avanzata del culto di Aton.

In questo modo Akhenaton non avrebbe avuto il tempo di stabilire una fede duratura nella divinità solare. Alla fine, dopo la morte di Akhenaton, che aveva regnato sull'Egitto per 18 anni, Aton sarebbe presto diventato di nuovo un dio tra gli altri. Questa fu la fine della prima religione monoteista della storia.

Successivamente, il figlio di Akhenaton, il faraone Tutankhamon , pose fine a questo periodo di cosiddetta "eresia" rinnovando il suo rapporto con Amon per riconciliarsi con l'influente clero del dio.

Nato con il nome di "Tutankhaten", quest'ultimo prese la strada opposta ad Akhenaton: cambiò nome per mostrare la sua preferenza per il culto di Amon rispetto al culto di Aton.

Anche più tardi, Seti I e Ramesse II distruggeranno la città di Amarna e cancelleranno ogni traccia di Aton come unico dio dell'Egitto per rafforzare il loro potere e mostrare la superiorità di Amon su Aton. Questi due faraoni smantelleranno pietra su pietra la città di Akhenaton. Cancelleranno ovunque anche la storia di Aton come unico dio dell'Egitto e di colui che si era considerato suo emissario sulla Terra.

La città d'Amarna Una colonna e mezza e alcuni resti di mura: questo è tutto ciò che resta di Amarna dopo il successivo smantellamento organizzato da Seti I e suo figlio Ramesse II. Destino infelice per la città di Amarna, la vasta e lussuosa città che Akhenaton volle erigere come nuova capitale dell'Egitto.

3) Il problema della “vita dopo la morte” con il dio Aton

Parte del rifiuto e della non accettazione di Aton da parte di tutti gli egiziani deriva dall'incertezza sulla vita dopo la morte in una religione in cui Aton è onnipotente .

In effetti, la morte e i suoi rituali erano molto codificati tra gli antichi egizi:

- Dopo la morte di un egiziano, la sua anima viene separata dal corpo e inizia un viaggio nell'aldilà.

- L'anima deve quindi viaggiare attraverso il deserto del mondo dei morti (il Duat) per raggiungere Anubi (il dio della morte), Osiride (il giudice dei morti) e Thoth (il dio della conoscenza).

- All'arrivo ad Anubi e Osiride, l'anima viene giudicata durante il giudizio della "Pesatura del Cuore". Appesantita da ogni crimine commesso e alleggerita da ogni buona azione, l'anima è posta su una bilancia, controbilanciata da una piuma della dea della giustizia Maat (una piuma che non pesa quasi nulla).

- È allora che, secondo l'inclinazione della bilancia, l'anima può sperimentare due destini perfettamente opposti . Se l'anima è “innocente”, la bilancia sarà in equilibrio. In questo caso l'anima potrà recarsi nel paradiso egiziano (l'Aldilà).

Tuttavia, se l'anima è “colpevole”, l'anima sarà più pesante della piuma. In questo caso, l'anima sarà divorata senza pietà dalla dea divoratrice di anime Ammit, condannandola al tormento eterno negli inferi egiziani.

La pesa del cuore In sintesi, durante la Pesatura del Cuore, Anubi (il dio dalla testa di sciacallo) pesa l'anima, Thoth (il dio dalla testa di ibis) prende nota della pesatura e Osiride veglia su Anubi e Thoth affinché non vengano commessi errori. Per quanto riguarda Ammit, si prepara a mangiare qualsiasi anima abbastanza peccatrice da far pendere la bilancia dalla sua parte.

È quindi facile comprendere che la società dell'antico Egitto è strutturata sulla promessa di un futuro felice dopo la morte per i giusti (e sulla promessa di dannazione eterna per i banditi!).

Tuttavia, sotto il regno di Akhenaton che impone le credenze di Aton, dopo la morte c'è solo il nulla , le anime scompaiono semplicemente perché vengono richiamate al dio supremo per fondersi con lui per l'eternità.

Banditi e uomini che hanno operato secondo le leggi vengono quindi posti nella stessa posizione quando muoiono. Questa incoerenza porrà al popolo un grande problema di equità che i neo-preti di Aton non potranno mai giustificare né fargli accettare.

Il dio del disco solare

Ora sai tutto quello che devi sapere sul dio del disco solare.

Probabilmente avrai notato che buona parte di questo articolo è stata dedicata alla storia di Akhenaton e al suo culto di Aton. Ma "era per la giusta causa", perché solo comprendendo appieno questo periodo si può sapere perché il posto occupato da Aton è così insolito nell'Egitto dei faraoni (dove una grande religione politeista è sempre sopravvissuta in circostanze normali).

La mitologia egiziana è qualcosa che ti interessa e ti infiamma? Se la risposta è sì, sappi che in questo sito troverai tantissime collane, bracciali, anelli con sigillo e anelli che portano la memoria dell'antico Egitto.

Se vuoi scoprire i nostri bracciali egiziani , basta cliccare sull'immagine qui sotto!

Il dio dell'Egitto
Torna al blog