Ra and the sun god Aton

DIO RA

Ti piacerebbe sapere come Ra, il dio Sole dell'antico Egitto, creò l'Universo secondo la mitologia egiziana? Desideri conoscere il mito della "Barca Solare" che contrappone Ra al terribile dio serpente Apep?

Amici della mitologia egizia e delle sue storie, oggi vi presentiamo le leggende che circondano il dio Ra.

Padre di tutti gli dei del pantheon egiziano, il dio Ra è il dio del Sole dalla testa di falco che ha creato l'Universo. Ra è presente in molti miti come quello di Sekhmet, quello di Osiride e quello della Barca Solare.

In questo articolo scoprirai:

  • La creazione dell'umanità da parte di Ra
  • Il quasi sterminio dell'umanità da parte di Ra
  • L'eterna lotta tra Ra e il dio serpente Apep

In fondo a questa pagina saprai tutto sul dio Sole d'Egitto dei faraoni egiziani.

Ora possiamo scoprire tutto questo insieme!

1) Chi è Ra?

Questo dio del sole Ra era considerato il re e padre di tutti gli dei ed era considerata la divinità principale dell'antico Egitto.

Nella sua forma umana, Ra è spesso raffigurato come un uomo dalla testa di falco che porta sulla testa un disco rosso che rappresenta il Sole che Ra creò all'inizio del mondo.

Ra, dio di Ramses II e Tutankhamon Nota che questo disco solare è sempre circondato da un cobra. Questo cobra è la dea Wadjet che protegge Ra quando quest'ultimo illumina l'Universo durante il giorno.

2) Il mito di Ra

A) La creazione del mondo egiziano

In principio, nella mitologia egizia, esisteva solo un immenso ed infinito Oceano originario affacciato su una volta celeste di Tenebre, anch'essa infinita.

Quando un leggero soffio di vita sorse dai piccoli scossoni molto frequenti tra l'Oscurità e l'Oceano, la forma fisica di questo soffio di vita, chiamata Atum, decise che era tempo che iniziasse la creazione. Atum concentrò tutte le sue energie per far uscire dall'Oceano una minuscola isola .

Spontaneamente, il dio Ra ha risposto alla chiamata della vita. Questo dio nasce da se stesso come un colossale dio del sole falco con la capacità di illuminare e riscaldare l'oceano e l'oscurità oscura e ghiacciata . Nell'isola di Atum, che Ra progressivamente ingrandì, creò con della sabbia la prima coppia di dei, Shu (l'originale Aria) e sua moglie Tefnut (l'originale Umidità).

Questi due esseri divini ebbero due figli che completarono così il cosmo e fecero sparire completamente l'oscurità: Geb (il dio della Terra) e Nut (la dea del Cielo).

A sua volta, questa nuova coppia di dei diede alla luce Osiride, un essere perfetto, che ebbe il ruolo di regnare con la massima benevolenza sull'umanità, uscendo dalle lacrime di Ra, commosso dalla bellezza di ciò che aveva creato.

Ra non è stato creato da Atum, il dio falco si è creato con lo scopo volontario di aiutare Atum.

B) Il mito di Sekhmet

Purtroppo il regno perfetto di Osiride non durò a lungo. Geloso della perfezione di Osiride , suo fratello Set lo uccise tagliandolo in quattordici pezzi per prenderne il trono .

Sebbene Osiride sia stato successivamente resuscitato da Ra, uno dei suoi quattordici pezzi non è stato trovato. Di conseguenza, Osiride non poté tornare nel mondo dei vivi e divenne il dio del Duat (il mondo egiziano dei morti).

Privata di un leader perfetto, l'umanità si ribellò a Ra, in quel momento lontano dalla Terra (mentre lavorava per perfezionare la creazione delle stelle). Il dio del Sole, sentendosi tradito, decise di sterminare il genere umano con lo stesso occhio che lo aveva creato.

Il suo occhio si trasformò quindi in una feroce leonessa (vale a dire, la dea leone Sekhmet ) che iniziò a massacrare senza pietà gli esseri umani. Alla vista di questa terribile carneficina, Ra ebbe pietà dei suoi amati figli. Fermò così l'annientamento ordinando a Sekhmet di diventare di nuovo il suo occhio.

Dopo questi terribili eventi, Ra andò in esilio nei cieli, coprendo il mondo da lontano con la sua luce.

C) Ra e Apep

Secondo il "mito di Ra", il dio egiziano del sole illuminava il mondo viaggiando su una nave chiamata "barca del sole" o " barca di un milione di anni " (così chiamata perché doveva essere una nave eterna). .

Ra doveva navigare sulla sua Barca del Sole di giorno (un compito abbastanza facile) e attraversare il mondo dei morti di notte (un compito più complicato a causa degli spiriti maligni e dei mostri che dovevano essere combattuti durante questa traversata). Per aiutarlo nella sua missione, Ra aveva formato un meraviglioso equipaggio di dei formato da:

- Set, il dio del caos : dalla forza immensa capace di scatenare tempeste e fulmini sugli assalitori della notte.

- Thoth, il dio della conoscenza dalla testa di ibis : capace di governare la nave attraverso l'oscurità degli inferi.

- Maat, la dea alata della giustizia : fornisce protezione magica agli altri membri dell'equipaggio della Sun Boat.

Tra i mostri attaccanti, il più temibile era Apep (o Apophis) , un serpente gigante che incarnava le "forze dell'oscurità". Presumibilmente grande quanto il fiume Nilo, Apep è un serpente divino il cui unico obiettivo è mangiare la fonte di luce dell'Universo, cioè . . . RA.

3) I miti di Ra

Sarebbe un peccato terminare qui questo racconto senza menzionare il ruolo che il dio Sole ebbe in due grandi miti fondatori della religione politeista egiziana.

In questa terza parte esploreremo insieme il mito di Osiride (raccontando l'assassinio di Osiride da parte di suo fratello Set) e il mito del conflitto tra Set e Horus dopo la morte di Osiride.

A) Il mito di Osiride

Quando fu creata la Terra, Ra generò Shu (l'aria) e Tefnut (la fornace solare). Quest'ultimo ebbe come figli Geb e Nut, che a loro volta ebbero come figli Osiride, Set, Iside e Nefti.

Insieme, questi nove dei iniziali (Ra, Shu, Tefnut, Geb, Nut, Osiride, Set, Iside e Nefti) formavano il gruppo degli dei più importanti dell'Egitto chiamato "processione divina" o "Grande Enneade di Eliopoli". (vedi l'albero genealogico qui sotto).

Albero genealogico Dei egiziani Gli ultimi quattro nati della grande Enneade di Eliopoli (Osiride, Set, Iside e Nefti) sono divinità molto importanti perché sono gli attori del mito più famoso della mitologia egizia: "il Mito di Osiride".

Il mito di Osiride inizia con un dramma terribile. All'inizio Osiride regna come dio-faraone su tutto l'Egitto. È sposato con sua sorella Iside, mentre suo fratello Set è sposato con l'altra sorella Nefti. Osiride con la sua saggezza e intelligenza porta prosperità, grandezza e felicità alla sua nazione ed è ammirato da tutti.

Tutto? No perché pian piano suo fratello Set comincia a sviluppare del risentimento nei confronti del suo Osiride . Innanzitutto perché Osiride riesce assolutamente in tutto ciò che intraprende. Poi, perché la moglie di Set, Nefti, si innamora di Osiride.

Set assassinerà così Osiride . Per fare ciò, Set farà realizzare un grande e magnifico scrigno , riccamente dotato di pietre preziose e dorature. Questo scrigno ha anche un'importante specificità: ha perfettamente la forma di Osiride per poterlo accogliere nel suo seno.

Set organizzerà quindi una grande festa in onore di Osiride . Durante questa festa, Set deciderà di offrire lo scrigno a qualsiasi ospite che riesca ad entrare nello scrigno in modo che il coperchio dello scrigno possa essere completamente chiuso.

Ovviamente tutti gli invitati falliscono: poiché la cassapanca è appositamente scolpita su un piano della morfologia di Osiride, è impossibile adattare l'intero interno della cassapanca.

Quando è il turno di Osiride, quest'ultimo si sorprende due volte : in primo luogo perché trova il baule completamente della sua misura e quindi molto comodo. Poi, perché appena entrato, Set e i suoi complici si gettano sulla cassa, saldano e inchiodano l'apertura della cassa, e la gettano nel Nilo.

Osiride poi annega e il baule diventa il presunto primo "sarcofago" egiziano.

Questo sarcofago verrà portato via dalla corrente del Nilo. Rimarrà quindi intrappolato nelle radici di un piccolo albero in un paese vicino sulle rive del fiume egiziano.

Nel corso del tempo, nutrito dal sangue divino di Osiride, questo albero crescerà a un ritmo soprannaturale. Quest’albero diventerà allora così grande e maestoso che verrà scelto da un re come pilastro centrale del suo palazzo.

Osiride dio della morte Triste destino per un sovrano giusto e buono come Osiride.

Molti anni dopo, dopo una lunga ricerca, la moglie di Osiride, Iside, entrò nel famoso palazzo in questione.

Questo palazzo impressiona tutto il mondo antico con il suo immenso pilastro. Travestita da vecchia, Iside va allora a salvare il figlio del re detentore del ricco palazzo (questo figlio è affetto da una malattia mortale e incurabile ma che Iside, in quanto dea della magia, seppe curare).

In segno di gratitudine, il re offre a Iside il diritto di chiedergli qualsiasi regalo. L’Isis rivendicherà il pilastro. Uomo di parola, il re fa smantellare il suo palazzo: Iside può recuperare il corpo di Osiride!

Ora che ha il corpo di Osiride, Iside si preparerà a far ritornare quest'ultimo dal regno dei morti . Inizierà con una prova e riuscirà a resuscitare Osiride inizialmente solo durante una sola notte (che permetterà a Iside di rimanere incinta di Horus, il futuro dio dell'Egitto dalla testa di falco).

Iside non avrà però il tempo di andare oltre nelle sue ricerche per resuscitare definitivamente il marito. Set, durante una battuta di caccia che celebra una grande festa egiziana, trova il corpo di Osiride e lo taglia in quattordici pezzi.

Con l'aiuto di Nefti e Anubi (il dio sciacallo figlio di Osiride e Nefti), Iside riuscirà a riunire tredici dei quattordici pezzi. Tuttavia, l'ultimo pezzo (vale a dire il pene di Osiride) verrà mangiato da un pesce prima di poter essere trovato. Pertanto, Iside non sarà mai in grado di ricostituire Osiride nella sua interezza.

Alla fine, dopo la morte di Osiride, Set poté salire al trono d'Egitto . Dopo la sua morte, Osiride divenne il dio dei morti e della vita eterna negli inferi egiziani (non poteva più regnare sul mondo dei vivi a causa del suo corpo "incompleto").

Tuttavia, la storia dei pronipoti di Ra non finisce qui, poiché il figlio di Osiride, Horus, rivendicherà il trono di Set.

B) Set e Horus

L'ultimo dei miti e delle leggende in cui è coinvolto Ra è il mito del conflitto tra Set e Horus.

Molti anni dopo la morte di suo padre, Horus (un dio dalla testa di falco come il suo antenato Ra) si rivolse al più saggio degli dei per chiedere consiglio su come rivendicare la sua ascensione al trono d'Egitto . Discuteva davanti a un consiglio composto da Ra, Shu (il dio dell'aria) e Thoth (l'ibis dio della conoscenza) che il trono del paese del Nilo era suo di diritto in quanto figlio di Osiride.

Immediatamente, Shu e Thoth si schierarono dalla parte di Horus in questa situazione ingiusta. Concordarono con Horus, concedendo a Set alcuni giorni per abdicare in favore del dio falco. Ra, tuttavia, essendo il più antico degli dei e creatore dell'Universo, si offese perché non gli fu chiesta prima la sua opinione. Dichiarò quindi che Set aveva tutto il diritto di governare perché rimaneva il fratello di Osiride.

Il consiglio degli dei accettò di mettere Set contro Horus in una lunga serie di prove in modo da poter determinare chi fosse il più degno .

Secondo questo mito, Set e Horus si sfideranno poi in numerose prove: vari duelli e gare di abilità fisica vengono organizzati dal trio della giuria. Tuttavia, in ognuno di essi, Set imbroglia e vince.

Si può tuttavia notare un punto di svolta in questo mito: la prova in cui Set e Horus devono trasformarsi in un ippopotamo, tuffarsi in questa forma nel fondo del Nilo e trattenere il respiro il più a lungo possibile.

Questa volta, Iside inizia a preoccuparsi della capacità di suo figlio di vincere qualsiasi processo. Creerà quindi un arpione magico per riportare Set in superficie (cosa che gli farebbe perdere l'evento). Iside riesce, ma Horus è furioso per questa mancanza di fiducia materna. Arrabbiato, decapita Iside (che Thoth farà poi risorgere) e si addormenta in cima a una montagna.

Set abuserà di questa situazione strappando l'occhio sinistro di Horus mentre dorme . Poi gli taglierà l'occhio in sei parti e le spargerà per tutto l'Egitto.

Thoth, in quanto dio particolarmente benevolo, cercherà di ricostruire questo occhio. Tuttavia, Thoth troverà solo cinque dei sei pezzi dell'occhio. Thoth sceglierà quindi di creare lui stesso un sesto pezzo incantato che conferirà nuove proprietà all'occhio ricostruito. Nasce il famoso "occhio di Horus" (capace di vedere il futuro).

Horus contro Seth Il mito della lotta tra Set e Horus è diventato molto famoso nella nostra cultura moderna. Si trova soprattutto in molti libri, film, serie e videogiochi (l'immagine sopra è tratta dal gioco online Smite, ad esempio).

Nonostante questo nuovo abuso di Set, è Horus che il consiglio degli dei punirà per aver alzato la mano su sua madre. Ra, Shu e Thoth danno a Set il diritto di scegliere un test finale che determinerà chi sarà il nuovo sovrano dell'Egitto.

Set propone quindi al consiglio un ultimo evento davvero memorabile: una corsa sul Nilo su barche di pietra.

Horus va nel panico e teme di perdere questo evento finale e si cimenta con l'astuzia . Quindi costruisce una barca in legno, ma la ricopre con intonaco calcareo per simulare la costruzione di una barca fatta solo di pietra.

Il giorno della sfida, Set strappa una montagna dalla Terra per costruire la sua barca. Naturalmente, essendo troppo pesante per galleggiare, la montagna sprofonda immediatamente nel fondo dell'acqua.

Pazzo di rabbia nel vedere Horus prendersi gioco di lui in seguito a questo evento disastroso, Set si lancia su Horus e sulla sua barca.

L'inganno di Horus esplode in pieno giorno. Il consiglio degli dei può constatare che Horus ha barato non rispettando le regole inizialmente fissate.

Così, non sapendo chi scegliere tra l'imbroglione e il cattivo perdente, i tre dei chiederanno consiglio al saggio Osiride, ora residente negli inferi.

Montagna della religione egiziana Set impara nel modo più duro che una montagna non galleggia!

Osiride dichiara che Set, in quanto regicida e fratricida, non potrà mai diventare re d'Egitto . Il trono d'Egitto torna così di diritto a suo figlio Horus.

Per sottolineare la sua decisione, Osiride chiama le stelle e il Sole, suoi ex alleati, a unirsi a lui nel suo regno sotterraneo per piegare il consiglio. Il mondo è ormai immerso nell’oscurità. Essendo valido il ragionamento di Osiride, i tre dei concordano con Osiride.

Destituito dal suo potere faraonico, Set non possiede più l'immunità che lo protegge dalle conseguenze dell'omicidio di Osiride. Viene così esiliato nel deserto.

Quanto a lui, Horus sposa la dea dell'amore Hathor e diventa re d'Egitto buono e giusto come suo padre.

4) Il dio Amun-Ra

Infine, affinché tu possa sapere tutto sul posto di Ra nel pantheon egiziano, è importante che ti parliamo di Ra nella sua forma di dio "Amun-Ra".

A) Il dio creatore dell'Egitto

Durante il periodo conosciuto come il "Nuovo Regno d'Egitto" (un periodo dal 1550 al 1069 a.C.), gli dei Ra e Amon divennero sempre più popolari . Se Ra era considerato il dio creatore dell'Universo, ad Amon fu concessa la creazione della vita (il che implica che Ra non creò l'umanità e gli animali con una lacrima in questa versione della mitologia egiziana).

Così, secondo i miti egiziani risalenti al " Nuovo Regno d'Egitto", Amon creò la vita trasformandosi in un'oca per deporre un gigantesco uovo primordiale e poi trasformandosi in un serpente per incubare e fecondare quell'uovo . Da questo uovo è uscito tutto ciò che non è stato creato da Ra: animali, persone e piante (cioè tutto ciò che non è minerale come la Terra, il Sole e le stelle).

Più tardi, trasportati dall'adorazione del popolo, questi due dei creatori diventeranno gradualmente i principali dei dell'Egitto. Gli altri dei del pantheon egiziano vengono così allontanati da questo duo (senza cancellare la loro esistenza).

Anche più tardi, i due dei stessi si fonderanno per formare il dio Amun-Ra. Amun-Ra sarà quindi una combinazione di due dei e sarà considerato il dio creatore di tutto ciò che esiste (per essere il "creatore dell'Universo" secondo il mito di Ra e il "creatore della vita" secondo il mito di Amon).

Amon-Ra è raffigurato come un uomo dalla testa di falco con un sole sopra la testa (come lo era Ra). Meno frequentemente, Amun-Ra è talvolta raffigurato anche come un uomo dalla testa di ariete (come lo era Amon).

B) Il dio Aton

Nel 1353 a.C. , il Sole rappresentato come un disco solare a più braccia, personificato nel dio Aton , eclisserà totalmente Amon-Ra . Infatti, per 18 anni, Aton fu elevato al rango di dio supremo dal "faraone eretico" Akhenaton.

Aton è rappresentato come un disco solare con molte mani (come potete vedere nell'immagine qui sotto). Alcune di queste mani portano croci ankh e hanno lo scopo di portare luce e fertilità alla Terra.

Aton, l'unico dio del sole

Infatti, dall'inizio del suo regno nel 1353 a.C., Akhenaton lanciò diverse grandi riforme religiose. Queste riforme miravano a far dimenticare a tutti l'esistenza di Amun-Ra (per promuovere la supremazia della divinità solare Aton):

- Nato con il nome "Amenhotep IV" (nome in riferimento al dio Amun-Ra: "Amen-hotep" essendo molto vicino a "Amun-hotep"), Akhenaton cambiò nome . Il suo nuovo nome includerà il nome del nuovo dio unico dell'Egitto ("Akhen-Aten").

- Akhenaton promosse il culto di Aton, sopprimendo allo stesso tempo altri culti . Aton è considerato la nuova divinità principale dell'Alto e del Basso Egitto e il creatore dell'Universo (assume quindi le funzioni di Amon e Ra). Akhenaton vuole essere l'emissario sulla Terra di Aton.

- Akhenaton sciolse il grande culto di Amon-Ra e fece distruggere tutte le scritte e le statue che si riferivano a questo "dio del passato" . Akhenaton arriva al punto di far rimuovere il nome di suo padre Amenhotep III da tutti i monumenti del Paese (perché questo nome è basato su " Amunhotep ").

- Akhenaton costruì la grande città di Amarna in onore del dio del Sole Aton . Questa città, che mobiliterà tutte le forze dell'Egitto durante la sua costruzione, realizzerà l'impresa di essere costruita in soli tre anni per dimensioni di 12 chilometri di lunghezza e 3 di larghezza.

Tuttavia, la visione di un Aton “eterno dio dell'Egitto” voluta da Akhenaton non sarà mai accettata dai successori di Akhenaton. Tutankhamon, il figlio di Akhenaton nato sotto il nome Tutankhaten (" Tutankh-Aten" in riferimento ad Aton), prenderà la strada opposta di suo padre. Tutankhaton ristabilirà i culti di Amun-Ra e quelli degli antichi dei.

Successivamente, per rafforzare la loro autorità, i faraoni Seti I e suo figlio Ramses II cancellarono completamente il mito di un “dio supremo” Aton dalla memoria collettiva degli egiziani. Allo stesso tempo, cancelleranno completamente l'esistenza del "faraone eretico" Akhenaton. Questa è la fine di quella che era considerata la prima religione monoteista della storia!

Il dio dalla testa di falco

Ora sai tutto ciò che si nasconde dietro il falco dio del sole Ra :

- Ora conosci i diversi miti legati a Ra (il mito della Barca del Sole, il mito dell'occhio di Ra, il mito di Osiride, il mito di Horus e Set).

- Ora sai anche come gli importantissimi dei egizi Amon e Aton sono legati a Ra.

Se la mitologia dell'antico Egitto è qualcosa che ti interessa, sappi che su questo sito offriamo ai nostri lettori collane, anelli con sigillo, braccialetti e anelli con le leggende dell'antico Egitto !

Ti invitiamo a cliccare sull'immagine qui sotto per accedere alla nostra collezione di collane Occhio di Horus .

Il dio dell'Egitto
Torna al blog