Sekhmet, the Lion Goddess

DEA LEONE EGIZIANO

Desideri conoscere la storia di Sekhmet, la dea egizia che tenta di sterminare l'umanità secondo le antiche credenze egiziane? Comprendi il legame tra l'occhio di Ra e Sekhmet?

Grandi appassionati di storie egiziane, vi raccontiamo la storia di Sekhmet.

Sekhmet fu inviato da Ra, il creatore del dio Sole, per punire l'umanità per la sua disobbedienza. Il mito della dea leone egiziana Sekhmet è uno dei miti fondatori della civiltà egizia.

In questo articolo scoprirai:

  • Chi è Sekhmet
  • Che ruolo gioca Sekhmet nella punizione dell'umanità
  • Come finisce il "mito di Sekhmet".

Presto saprai tutto sulla storia della dea leone e sulla sua missione divina di sterminio sulla Terra.

Iniziamo senza ulteriori indugi!

1) Sekhmet nella mitologia

Sekhmet è la dea leone della guerra, della distruzione, delle piaghe e della guarigione . È una delle divinità egizie più antiche . Con suo marito Ptah (il dio della creazione e della saggezza) e suo figlio Nefertum (il dio dell'alba), Sekhmet forma la Triade Memphita (le principali divinità della città di Menfi, ex capitale dell'Egitto).

Sekhmet è meglio conosciuto per essere stato inviato sulla Terra da Ra per punire gli uomini. Raccontarvi di più però vi rovinerebbe la scoperta di questa bellissima leggenda che è Sekhmet: scopriamola insieme senza ulteriori indugi.

Statua della dea leone Sekhmet Una statua della dea Sekhmet proveniente dal Museo delle Antichità Egizie di Torino (Italia).

2) Il mito di Sekhmet

In principio, l'umanità nacque da una lacrima di Ra (il dio egiziano del Sole dalla testa di falco) commossa dalla bellezza del cosmo che aveva appena creato. Agli albori, l’umanità era governata dal perfetto dio sovrano Osiride . Tuttavia, la sua perfezione creò rapidamente persone invidiose .

Durante una festa, Osiride fu assassinato dal fratello Set, il dio del caos devastato dalla gelosia nei confronti di Osiride. Ra non si rese subito conto di questo atto terribile perché si era allontanato dalla Terra fino ai cieli per affinare la creazione delle stelle.

La morte di Osiride , il sovrano buono e giusto, fece conoscere al mondo mali fino ad allora ignorati: furti, avidità estrema, omicidi, guerre e carestie divennero la vita quotidiana dei mortali. Gli uomini si sono fatti beffe delle regole supremi stabilite da Maat, la dea della giustizia , sotto forma di 42 leggi che devono essere rispettate.

Quando la sua lunga opera di creazione fu completata, Ra ritornò sulla Terra fiero di sé , desideroso di scoprire fino a che punto il genere umano si fosse evoluto in modo virtuoso. Inutile dire che il dio Sole rimase immensamente deluso.

Furioso, Ra chiese al suo occhio (che aveva creato l'umanità con una lacrima) di sradicare questi bambini che non avevano rispettato le leggi di Maat .

Rispondendo alla sua richiesta, il suo occhio uscì dalla sua orbita per trasformarsi in uno sterminatore di leoni: la dea Sekhmet.

Quest'ultima iniziò la sua opera prima con indifferenza e poi con un crescente gusto per la mattanza, arrivando addirittura a delirare per il sangue delle sue vittime umane.

Era troppo per Ra, doppiamente spaventato nel vedere sua figlia Sekhmet trasformarsi in un mostro violento e crudele e i suoi ex amati figli umani assassinati senza pietà .

Così Ra versò nel Nilo 7000 boccali di birra e granatina per dargli il colore del sangue che Sekhmet tanto amava. Intrappolata, la dea, bevve rapidamente la miscela alcolica che la fece addormentare per tre giorni, permettendole di riprendere i sensi. L'umanità è stata salvata!

Sekhmet flagello dell'umanità In commemorazione di come furono tutti salvati da Sekhmet da Ra, gli antichi egizi bevevano birra mescolata con granatina ogni anno durante il "giorno di Sekhmet".

3) Sekhmet nell'antico Egitto

Sekhmet ha notevolmente aumentato la popolarità dei leoni in Egitto . I faraoni pensavano di essere protetti da Sekhmet durante le guerre, che presumibilmente vegliava su di loro come la dea guerriera dell'Egitto .

Alla fine delle guerre, a Sekhmet furono fatte offerte di sangue per placare la sua sete di guerra e per segnare l'inizio di un periodo di pace.

D'altra parte, si dice che Sekhmet sia la dea delle pestilenze (o la "Signora del Terrore"), perché nel suo mito ha una grande esperienza negli omicidi di massa.

Si ritiene che conosca perfettamente l'anatomia umana grazie alla sua esperienza nei massacri, è anche la dea della guarigione (o la "Signora della Vita"). Seguendo questa dottrina della loro dea, i sacerdoti di Sekhmet erano noti per essere ottimi medici, sempre alla ricerca di migliorare le proprie conoscenze.

Il dio dell'Egitto
Torna al blog