Anubis, the wolf god

DIO EGIZIANO DELLA MORTE

Vuoi saperne di più sul famosissimo dio egiziano della morte? Vuoi conoscere l'origine del mito di Anubi? Oppure vorresti scoprire i diversi ruoli che ricopre nel pantheon egiziano?

Da appassionati dei miti dell'antico Egitto, vi faremo scoprire questi meravigliosi soggetti!

Sciacallo o lupo Dio egiziano della morte secondo i tempi, Anubi è il dio di tutti gli imbalsamatori, il protettore delle tombe e la guida delle anime egiziane. È anche Anubi che giudica i peccati dei morti durante la "pesatura del cuore".

In questo articolo scoprirai:

  • Il mito di Anubi nella civiltà egizia
  • L'origine di Anubi nella civiltà egizia
  • I ruoli attribuiti ad Anubi secondo la mitologia egiziana
  • Ciò che Anubi è diventato nella nostra cultura moderna oggi

Arrivati ​​in fondo a questa pagina, saprete tutto sul più famoso degli dei egizi.

Iniziamo questo articolo con il "mito di Anubi"!

1) La storia egiziana di Anubi

A) Il mito di Anubi

Fin dall'Egitto predinastico (cioè 4000 aC), dove i cittadini più poveri venivano sepolti in tombe poco profonde, lupi e sciacalli erano fortemente associati ai cimiteri, essendo spazzini che profanavano le tombe per mangiare i morti .

Questa profanazione delle tombe era motivo di grande preoccupazione perché la sepoltura dei corpi poteva impedire l’accesso alla vita eterna per gli antichi egizi morti di recente. Per tranquillizzarsi, gli antichi egizi crearono da zero il dio lupo Anubi per "combattere" i suoi congeneri.

Anubi (o Anpu nell'antico egiziano, "Anubi" è il nome greco di Anpu ) è il dio dei morti, della mummificazione, delle tombe, dell'imbalsamazione, dell'aldilà e degli inferi nell'antica religione egiziana . Di solito è raffigurato come un lupo o come un uomo con la testa di lupo.

Gli archeologi hanno identificato l'animale sacro di Anubi come appartenente ad una razza di cane egiziano: il lupo dorato africano.

B) Variazioni nella storia di Anubi nel tempo

Nell'Antico Regno d'Egitto (2700-2000 a.C.), Anubi era il dio della morte più importante. Tuttavia, Anubi fu gradualmente sostituito in questo ruolo da Osiride durante il periodo del Medio Regno (2000-1700 aC).

Nonostante questo notevole aumento d'importanza di Osiride, Anubi mantenne sempre pienamente la sua missione di guida delle anime dei morti. Può essere visto in molti dipinti funerari, raffigurandolo mentre tiene le mani dei morti per guidarli verso Osiride.

Anubi Dio dell'imbalsamazione Anubi, l'affascinante dio dalla testa di lupo che veglia sul riposo dei morti e giudica le loro anime con perfetta equità.

La situazione familiare di Anubi è variata a seconda dei miti, delle epoche e delle fonti . Nella mitologia primitiva, era rappresentato come il figlio del dio creatore Ra. Nei testi scritti nel primo periodo intermedio (2181-2055 aC circa) rinvenuti sui sarcofagi, Anubi è il figlio della dea-vacca Hesat o della dea-gatto Bastet . Un'altra tradizione lo descrive come il figlio di Ra e Nefti.

Tuttavia, la versione più famosa della storia di Anubi è quella descritta dal greco Plutarco (40-120 d.C. circa), il quale afferma che Anubi era il figlio illegittimo di Osiride e Nefti , la moglie di Set . Infatti, Nefti avrebbe sedotto Osiride travestendosi da Iside, la moglie di Osiride. Si dice che Anubi sia stato abbandonato da Nefti temendo l'ira di Set se venisse a conoscenza dell'esistenza di Anubi.

Rattristata da questo abbandono e aiutata dagli sciacalli, Iside ritrovò miracolosamente il giovane Anubi rimasto in mezzo al deserto e lo allevò come suo figlio. Per ringraziarla, una volta cresciuto, Anubi divenne il suo tutore e alleato, proteggendola da Set durante l' assassinio di Osiride .

2) I ruoli di Anubi

A) Il protettore egiziano delle tombe

A differenza dei lupi veri, che profanavano le tombe, Anubi era un protettore di tombe e cimiteri . Le tombe più antiche avevano iscrizioni in onore di Anubi e in preghiera affinché accompagnasse l'anima del defunto nell'aldilà. A lui vengono legati diversi nomi, che confermano il suo ruolo di protettore delle tombe:

- " Il Primo degli Occidentali " alludeva alla sua funzione di protettore dei morti, chiamati "occidentali" perché sepolti sulla sponda "occidentale" del Nilo.

- " Colui che è al di sopra del suo monte " (cioè colui che sta a guardia di tutte le tombe).

- " Signore della Terra Sacra " che lo designa come dio delle necropoli desertiche.

Testa di Anubis Canide Anubi aveva l'importante compito di custodire le tombe, ruolo cruciale per gli antichi egizi. Infatti, il buono stato delle loro tombe (l'ultimo luogo di riposo terreno degli uomini) facilitava il passaggio delle loro anime nell'Aldilà (il paradiso egiziano).

B) La guida delle anime

Alla fine dell'era faraonica egiziana (664-332 a.C. ), Anubi veniva spesso raffigurato come guida per gli individui che varcavano la soglia del mondo dei vivi e si dirigevano verso l'Aldilà .

Sebbene un ruolo simile fosse talvolta svolto dalla dea mucca Hathor , Anubi veniva più comunemente scelto per svolgere questa funzione.

Gli scrittori greci del periodo romano (300-100 a.C.) si riferivano al ruolo di Anubi come al ruolo di " Psicopompo ". Questo termine greco che significa "Guida delle anime" era usato dai Greci per riferirsi al loro dio Hermes, che svolgeva anche il ruolo di Psicopompo nella religione greca.

C) Il giudice delle anime

Il terzo ruolo di Anubi era quello del "Guardiano della Bilancia".

Nella raccolta di miti denominata " Libro dei morti ", Anubi è molto spesso rappresentato in dipinti raffiguranti la " Pesatura del cuore " . In questo rituale, Anubi esprime un giudizio che determina se una persona è degna di entrare nel regno di i morti (l'Aldilà, il paradiso conosciuto come Duat). Anubi pesa il cuore di questa persona e paragona questo peso a quello di una piuma di Maat , la dea alata della giustizia.

Il peso del cuore era gravato dai vari peccati commessi durante la vita di una persona (ma veniva alleggerito dalle sue buone azioni). Anime con cuori più leggeri di una piuma si innalzarono verso un'esistenza eterna e meravigliosa. Quanto alle anime con il cuore più pesante di una piuma, furono divorate da Ammit, la dea egiziana divoratrice di anime, e condannate alla dannazione eterna.

Anubi Giudice della corte dei morti Mentre Anubi pesa l'anima, Thoth, dio della conoscenza dalla testa di ibis, prende nota del giudizio, e Osiride vigila sull'imparzialità del giudizio. Alla fine del giudizio, la dea Ammit è pronta a divorare l'anima di un defunto un po' troppo peccatore.

D) Il creatore delle mummie

In quanto "creatore di mummie", Anubi era associato alla mummificazione . Era anche chiamato "Colui che presiede all'Anticamera degli Dei", dove "Anticamera" potrebbe designare sia il luogo in cui veniva eseguita l'imbalsamazione, sia la camera funeraria dell'ultimo faraone defunto considerato il porta per l'Aldilà.

Nel mito di Osiride , dopo l'uccisione di Osiride da parte del fratello Set, Anubi aiutò Iside a imbalsamare Osiride (che con questo evento divenne la prima delle mummie). Come ricompensa, gli organi di Osiride furono dati in dono ad Anubi. Così, Anubi divenne il dio protettore degli imbalsamatori. Per questo motivo, nell’antico Egitto , gli imbalsamatori (che sono un po’ i sacerdoti di Anubi) indossavano sempre maschere di lupo.

3) Anubi ai giorni nostri

Nella cultura popolare e mediatica, Anubi è spesso travisato come il sinistro dio dei morti . Ha guadagnato popolarità nel 20° e 21° secolo, dove gli artisti lo ritraggono ampiamente nei film, nei videogiochi, nei libri, attraverso i tatuaggi o in altre opere d'arte contemporanee.

Questi artisti oggigiorno lo rendono una figura malvagia, spesso raffigurandolo come un comandante infernale di eserciti di morti e fantasmi. Questa rappresentazione “malvagia” lo allontanava leggermente dal suo ruolo di benevolo protettore delle tombe che ricopriva nell'Egitto dei faraoni. Nonostante questa reputazione diabolica, ora è il più conosciuto tra tutti gli dei egiziani , la sua testa di lupo e il suo ruolo attivo nel giudizio dei morti hanno affascinato molti.

Il dio dell'Egitto
Torna al blog