One of the seven wonders of the world: the pyramid

COSTRUZIONE DELLE PIRAMIDI

Vuoi capire come sono stati costruiti questi giganteschi edifici? Per comprendere la loro misteriosa struttura interna? Per scoprire i tesori e le trappole che contengono?

Sei capitato nel posto giusto: da appassionati dell'antico Egitto, siamo qui per rispondere a queste tre domande!

Blocchi di pietra, olio di gomito, macchine e ingegno hanno permesso la costruzione delle piramidi, le tombe di riferimento dei più grandi faraoni. Per le loro dimensioni e complessità, le piramidi faraoniche egiziane hanno alimentato molte teorie più o meno plausibili.

In questo articolo scoprirai:

  • Il metodo di costruzione delle piramidi
  • L'architettura interna di questi monumenti
  • L'esempio della costruzione delle grandi e famose piramidi di Giza
  • Le teorie che riguardano la costruzione delle piramidi

Le piramidi non avranno più segreti per te. Questa nuova conoscenza costituirà una bellissima storia da condividere.

E ora, scopriamolo tutto insieme!

1) La costruzione delle piramidi

Le piramidi non sono semplici tombe, sono edifici prestigiosi alla gloria dei faraoni egiziani! Per prima cosa, diamo un'occhiata a come i costruttori della IV dinastia di faraoni costruirono le prime piramidi nel 2600 a.C.

A) Costruito dai faraoni per i faraoni!

Le piramidi, le dimore ultime ed eterne dei re d'Egitto, furono costruite durante i loro regni. Secondo le credenze egiziane, permettevano ai faraoni di raggiungere il “regno dell'Aldilà in completa serenità, mentre i loro corpi mummificati rimanevano al sicuro sulla Terra, protetti dal tempo e da tutto ciò che poteva disturbare il loro sonno eterno.

Le piramidi non avevano solo lo scopo di proteggere il corpo del defunto re d'Egitto, ma dovevano anche mostrare al mondo la sua grandezza e ricchezza .

Una volta mummificato, il faraone veniva sepolto con i suoi beni più preziosi come gioielli in oro o diamanti e oggetti rari. Anche i vasi funerari venivano conservati nelle piramidi in modo che il faraone potesse navigare serenamente nel regno celeste degli dei Osiride e Anubi.

Anche la forma delle piramidi non è dovuta al caso! Lo scopo di questa forma a imbuto quadrato rovesciato era quello di incanalare l'anima del defunto in modo che potesse raggiungere facilmente l'aldilà egiziano, l'Aaru.

LA CREAZIONE DELLE GRANDI PIRAMIDI BIANCHE Alcuni pezzi di grande scelta trovavano posto nelle tombe dei faraoni, come questa chiatta funeraria rinvenuta nella Piramide di Cheope.

B) Tombe composte da numerosi blocchi!

È impossibile parlare delle piramidi senza parlare della loro materia prima, la pietra. Contrariamente alla credenza popolare, non tutte le parti di una piramide sono costituite dallo stesso tipo di blocchi. Troviamo infatti sulle Piramidi di Giza tre tipi di rocce con usi diversi:

- Pietra calcarea di qualità, ben tagliata, proveniente dal sud dell'Egitto, trasportata attraverso il Nilo. Questa roccia ben lavorata e che brillava al sole era destinata al rivestimento esterno .

- Il marmo rosa è stato utilizzato per costruire le stanze e i corridoi all'interno della piramide.

- Blocchi di calcare nummulitico provenienti da cave vicine alle piramidi sono stati utilizzati per riempire la piramide con blocchi di pietra di media qualità.

Il trasporto di pietre lungo il fiume Nilo Il trasporto delle pietre attraverso il Nilo è stato un lavoro lungo e noioso che ha richiesto diversi giorni. Non era raro che alcune navi si ribaltassero sotto il peso di questi imponenti blocchi!

Questi blocchi di pietra sono massicci, e possono andare da pietre da 1 tonnellata per i più piccoli, a pietre da 20 tonnellate per i monoliti della camera dei faraoni, il più pesante dei quali pesava fino a 80 tonnellate!

Inoltre, questi blocchi erano molto numerosi: la sola Piramide di Cheope ne raccoglieva più di 2 milioni sui suoi 146 metri di altezza ! La costruzione di una piramide potrebbe richiedere fino a 20 anni e mobilitare contemporaneamente più di 15.000 lavoratori.

Per scolpire questi blocchi, gli egiziani disponevano di numerosi strumenti di varie forme e dimensioni, ciascuno utilizzato per svolgere compiti specifici. Ad esempio, i famosi scalpelli e i martelli dei tagliapietre sono solo alcuni dei tanti strumenti.

Poiché la ruota non era ancora molto utilizzata, l'unico mezzo per trasportare queste rocce erano slitte di legno o numerosi tronchi bagnati posti uno dopo l'altro per far scorrere la pietra lungo enormi rampe di varie forme (vedi immagine sotto).

Schema esplicativo - i diversi tipi di rampe di costruzione

le diverse tipologie di rampe da cantiere

C) Cosa c'è nelle piramidi?

Gli interni di questi edifici prodigiosi erano complessi. Gli interni di questi prodigiosi edifici erano un mix di enormi stanze in grado di resistere alla pressione delle pesanti pietre sovrastanti.

Le piramidi non hanno solo una funzione religiosa, sono soprattutto tombe inviolabili che permettono ai faraoni di riposare in pace.

Le numerose stanze e corridoi della piramide di un faraone sono le camere sepolcrali dei suoi familiari e dei suoi servitori più fedeli accompagnati da molti tesori reali. Questa ricchezza ovviamente attira i saccheggiatori, quindi in ogni piramide erano presenti molte trappole per riceverli correttamente.

La stanza più importante della piramide è la camera sepolcrale del faraone . Questa stanza è così preziosa che a volte ne veniva creato un clone per proteggerla dai saccheggiatori.

Oggi, nonostante le trappole e le maledizioni che contenevano, la maggior parte delle piramidi sono state saccheggiate. Si stima che la maggior parte dei loro tesori scomparve prima del 1000 aC, sconfitti dall'immensa avidità dei saccheggiatori di tutte le nazioni.

Ogni piramide è unica in Egitto. La Piramide di Cheope, lontana dalle idee comunemente accettate e nonostante le sue dimensioni imponenti, è ad esempio di una sobrietà sorprendente. Le pareti delle sue camere sepolcrali sono lisce e non ricoperte di geroglifici come dimostra la cultura popolare. Infatti, solo i faraoni più temibili nel loro viaggio verso l'aldilà avevano le intere pareti delle loro tombe rivestite di geroglifici.

D) Le piramidi furono costruite dagli schiavi?

A lungo considerate costruite dagli schiavi, le piramidi avrebbero in realtà meno sangue sulle mani di quello che secondo alcune recenti scoperte archeologiche nel sito di Giza.

Infatti, contrariamente agli scritti di Erodoto, alla Bibbia e alla cultura hollywoodiana, le piramidi non furono costruite da schiavi ma da uomini liberi . Questi operai provenivano dalle famiglie povere dell'Egitto e cercavano rispetto e ricchezza venendo a costruire questi favolosi monumenti.

Questa ipotesi è stata confermata dalle tombe degli operai morti nel cantiere. In effetti, essendo i cimiteri di Giza troppo prestigiosi per seppellire semplici schiavi, la costruzione delle piramidi fu quindi necessariamente realizzata da uomini liberi!

2) Complesso piramidale di Giza

A) La settima meraviglia del mondo

Il sito di Giza si trova sulla riva sinistra del Nilo e quindi di fronte all'antica città di Menfi, capitale dell'antico Egitto. Questo sito comprende tre grandi piramidi , accompagnate da altre più piccole. Tutte queste piramidi sono custodite dalla "Sfinge di Giza". Costruiti più di 4500 anni fa , questi antichi grattacieli hanno sfidato il tempo e periodi di instabilità.

Sul sito di Giza ci sono tre tipi di piramidi :

tre tipi di strutture piramidali

B) Le Piramidi di Giza

piramidi del sito di Gaza

I) La Piramide di Cheope

Il faraone Cheope lanciò il progetto della prima piramide di Giza intorno al 2550 a.C. La sua piramide è la più grande e larga del sito con i suoi 147 metri di altezza e 230 metri di larghezza alla base. La costruzione di questa piramide insolitamente grande fu resa possibile solo dal lungo regno di Cheope, durato 63 anni.

II) La Piramide di Chefren

Il faraone Chefren è il figlio di Cheope. Costruì la seconda piramide del sito di Giza (completata 30 anni dopo quella di suo padre). Questa piramide è tuttavia molto meno famosa del suo leggendario guardiano costruito nello stesso periodo.

Infatti, l'opera di Chefren comprendeva anche la Sfinge , l'enigmatico edificio in pietra che rappresenta una creatura metà leone e metà faraone. Secondo le antiche credenze egiziane, questo mitico animale egiziano è un ottimo guardiano delle tombe e dei templi egiziani a causa della sua essenza animale (che gli conferisce una forza prodigiosa) e della sua essenza faraonica (che gli conferisce un ingegno prodigioso ).

III) La Piramide di Menkaure

Costruita dal faraone Menkaure nel 2490 a.C. , l' ultima delle piramidi di Giza è la più piccola del sito.

Si dice spesso che la dimensione della Piramide di Micerino sia proporzionale al suo regno se paragonata a quella di Cheope. Infatti: avendo Khufu regnò solo 18 anni (rispetto ai 63 anni del suo regno), la sua piramide è quindi 3 volte più piccola.

3) Teorie sulle piramidi

A) Numero aureo, numero π e angolato

Costruite 4500 anni fa, le piramidi sono portatrici di uno strano mistero matematico. Sorprendentemente, le loro costruzioni si basano sul numero Pi (π) e sul numero d'oro , anche se questi due numeri furono scoperti 2300 anni dopo la loro costruzione.

Ma come costruire su una base che ancora non esiste? Questo enigma ha a lungo turbato gli egittologi che cercavano di risolverlo.

La spiegazione sta nel sistema di misurazione egiziano. Pendenze, dimensioni, altezze, si basano sull'unità di lunghezza del "gomito medio umano", vale a dire la dimensione del gomito di un uomo adulto (52 centimetri dal gomito alla punta della mano). Pertanto, la Piramide di Cheope non è lunga 146 metri ma 280 cubiti egiziani.

Tuttavia, si dà il caso che le proporzioni del corpo umano siano legate alla sezione aurea (la sezione aurea è un numero che può essere osservato molte volte in natura, come ad esempio nel numero di semi in un fiore di girasole).

Così, senza nemmeno sapere dell'esistenza di questo numero , gli egiziani costruirono piramidi perfette utilizzando gli strumenti di misura a loro disposizione!

Strumenti di misura egiziani in legno Pochissimi strumenti di misura egiziani in legno sono sopravvissuti ai millenni, ma alcuni rimangono, come questo "cubito" risalente al regno di Tutankhamon.

B) Edifici rappresentanti le costellazioni della Via Lattea

E se le piramidi fossero la rappresentazione terrena delle stelle (il regno dei morti associato a Osiride nelle credenze egiziane)? La collocazione di questi monumenti infatti non dovrebbe essere nulla di casuale ma sarebbe più legata alla costellazione di Orione.

Pertanto, le Piramidi di Giza non sarebbero altro che una mappa stellare dove:

- Le tre stelle centrali della costellazione di Orione sono rappresentate da ciascuna delle Piramidi di Giza.

- La Via Lattea è rappresentata dal fiume Nilo.

- Le tre stelle che formano la cintura di Orione sono rappresentate dalla direzione sud della camera del re.

- La stella del pastore di Orione è rappresentata dalla direzione nord della camera del re.

C) I piramidi

Uno dei più grandi misteri delle Piramidi di Giza rimane intatto: dove sono le pietre piramidali che ne formano le sommità (i Pyramidion si suppone siano costituiti dalle pietre più belle delle piramidi)?

Essendo ogni piramide unica, è molto probabile che anche il suo vertice sia unico. I "complessi funerari" di Giza avevano un blocco di bronzo come Pyramidion? Era ricoperto d'oro? Il mistero per il momento resta.

Grandi monumenti egiziani

Come avrete capito, le piramidi sono monumenti affascinanti e la loro costruzione lo è ancora di più. Ingegno, lavoro collettivo, fortuna e mitologia sono alla base del mistero su cui si sono sviluppate le numerose teorie sulle piramidi.

Armati di tutte queste preziose informazioni, ora sei a conoscenza del segreto delle piramidi . È un caso perché questo enigma ha affascinato tutti i popoli che si sono succeduti a quello guidato dai faraoni.

La nostra società moderna non fa eccezione, come dimostra la piramide del Louvre di Parigi.

Per questo proponiamo ai nostri lettori di conservare un prezioso ricordo di questa grande storia .

Scopri le nostre collane, bracciali e anelli egiziani semplicemente cliccando sull'immagine qui sotto.

I monumenti dell'Egitto
Torna al blog