Egyptian gods of Upper Egypt

DIO EGIZIANO

Vuoi saperne di più sulle principali divinità dalla testa di animale dell'antico Egitto? Comprendi le storie e i miti dietro Ra, Osiride, Horus e Anubi?

Sei nel posto giusto: specialisti e appassionati dell'Egitto, abbiamo preparato un articolo che raccoglie i miti e gli attributi di ciascuno degli dei e delle dee del pantheon egiziano.

Il pantheon egiziano comprende tutti gli dei creati dal dio del sole Ra dalla testa di falco. Gli dei egizi includono molti dei con teste di animali (Horus, Set, Anubi, Thoth, Bastet, Sekhmet, Ra) e altri con teste umane (Osiride, Iside, Nefti, Amon).

Vedremo insieme in questo articolo:

  • Gli dei Ra, Apep, Aton e Sekhmet sono coinvolti nella creazione dell'Universo
  • Gli dei Set, Osiride, Iside, Nefti e Horus coinvolti nella tragedia chiamata "mito di Osiride"
  • Gli dei Anubi, Thoth e Ammit coinvolti nel giudizio dei morti egiziani
  • Gli altri dei importanti: Khepri, Amun, Ptah, Taweret e Sobek

Cominciamo senza ulteriori indugi scoprendo il primo di questi dei e il creatore del mondo egiziano: Ra, il dio Sole falco.

1) Ra

I) La creazione di tutti gli altri dei da parte di Ra

Râ, le dieu faucon Ra è il dio degli dei dell'antico Egitto: secondo la mitologia egiziana è il creatore dell'Universo e di tutte le forme di vita divine o mortali che lo abitano .

In origine, c'erano solo due elementi nell'intero Universo : un oceano infinito che copriva la metà inferiore dell'Universo e il "Vuoto" che copriva l'altra metà dell'Universo .

Dopo un'infinità di contatti tra l'oceano originario e il Vuoto originario, è emersa un'entità che rappresenta il desiderio di creazione: Atum. Atum era troppo debole per modellare da solo l’ Universo . Tuttavia, ci provò lo stesso e usò tutta l'energia che possedeva per far uscire una piccola isola dall'oceano.

Su questa minuscola isola apparve da solo un dio dalla testa di falco, che portava il Sole sulla testa. In effetti, Ra aveva percepito la grande angoscia di Atum, che non era stato in grado di creare l' Universo da solo.

Pertanto, Ra creò immediatamente le condizioni che avrebbero permesso alla vita di entrare nell'Universo . Mescolando armoniosamente l'oceano e il Vuoto, dà vita all'aria (nella forma del dio Shu) e al calore (nella forma della dea Tefnut).

Shu e Tefnut avranno due figli: Geb (l'incarnazione della terra) e Nut (il cielo stellato). Quanto a loro, Geb e Nut avranno quattro figli: Osiride , Set, Iside e Nefti.

Albero genealogico Dei egiziani

II) La funzione primordiale di Ra nell'Universo Egizio

Immensamente orgoglioso della famiglia di dei che ha creato, Ra si lascia sfuggire una lacrima dall'occhio sinistro. Da questo strappo nasceranno tutte le forme di vita mortale: gli esseri umani ma anche gli animali e le piante di ogni genere.

Affinché tutte queste forme di vita possano vivere, crescere e prosperare, Ra si porrà il compito di illuminarle con il Sole che porta sulla testa. Per raggiungere questo scopo, ogni giorno Ra viaggia per il mondo da est a ovest (il Sole sorge a est) per portare ai mortali la luce di cui hanno bisogno .

Poiché secondo gli antichi egizi il mondo è piatto, di notte Ra deve passare sotto la Terra per ritornare alla sua posizione originale (l'est della Terra). È in questo viaggio attraverso gli Inferi che incontra ogni giorno il dio malvagio che presenteremo ora: il dio serpente Apep.

2) Ap

Apophis, il serpente Apep è un serpente gigante del Vuoto che è sempre esistito e sempre esisterà.

L'obiettivo di Apep è riportare il mondo allo stato in cui si trovava prima della venuta di Atum e soprattutto del dio creatore Ra.

A tal fine, ogni notte, quando Ra entra nel mondo sotterraneo dove si trova la dimora di Apep , Apep cerca di mangiare Ra e il Sole che porta sulla testa . Tuttavia, poiché Ra è difeso da altri dei (in particolare il dio del caos Set e la dea gatto Bastet), Apep non raggiunge mai il suo obiettivo.

Controintuitivamente, secondo i miti egiziani, è Apep a causare le eclissi.

Durante questi, infatti, Apep riesce a ingoiare Ra sorprendendolo in pieno giorno e inghiottendolo. Tuttavia le eclissi non durano mai a lungo perché Set e Bastet aiutano sempre Ra aprendo lo stomaco di Apep, cosa che permette al Sole di illuminare nuovamente la Terra.

3) Aton

Aton, il sole Aton è la personificazione del Sole che Ra porta sul capo (e che anche altri dei legati a Ra come Bastet e Sekhmet possono portare sul capo).

Aton è spesso rappresentato anche sotto forma di disco solare con più mani. In questa seconda forma, Aton occupò un posto molto speciale in Egitto perché divenne l'unico dio dell'Egitto durante il regno del "faraone eretico" Akhenaton .

Dopo aver sostituito tutti gli altri dei per i 18 anni del regno di Akhenaton, Aton divenne un dio come gli altri. In effetti, il figlio di Akhenaton, Tutankhamon, si ricollegò con gli antichi dei egiziani dalla testa di animale dopo la morte di suo padre nel 1337 a.C.

4) Osiride

Osiride, il dio della morte Nella mitologia egizia, Osiride è il dio inviato da Ra come faraone per governare sui primi abitanti dell'Egitto , insieme a sua sorella e moglie Iside. Osiride era saggio, intelligente e benevolo. Ha guidato l’umanità sulla via della grandezza, della gioia e della prosperità in pochi secoli di regno.

Tuttavia, il successo di Osiride non fu apprezzato da tutti: Set, fratello di Osiride, divenne molto geloso di Osiride e progettò di assassinarlo.

Così, per impossessarsi del potere di Osiride con la forza, Set intrappola Osiride organizzando una grande gara durante un banchetto organizzato in onore di Osiride e Iside. Durante questa festa che si svolge sulle sponde del Nilo e che accoglie numerosi ospiti, Set porta un grazioso scrigno ornato di ricchi gioielli che si propone di offrire a chiunque possa entrarvi a pieno titolo.

Sorprendentemente, nessuno degli ospiti ci riesce. Ma se nessuno può entrare nel baule di Set, è per un motivo molto semplice: il baule di Set è appositamente progettato in modo che solo Osiride possa entrarvi.

Quando è il turno del sovrano egiziano di cercare di entrare nel baule, Set salda immediatamente le aperture nel baule. Quindi getta la cassa nel Nilo, uccidendo Osiride annegando.

5) Iside

Iside, la dea della magia e della fertilità Iside è la dea della magia e dei segreti . Iside è anche, come abbiamo detto sopra, sorella e moglie di Osiride.

Dopo il grande inganno di Set che causò la morte di Osiride, Iside parte disperatamente alla ricerca del fratello e amante.

Iside trova rapidamente il corpo del defunto monarca d'Egitto. Quindi tenta di resuscitare Osiride, ma riesce a rianimarlo solo per una notte (la notte in cui rimane incinta di un figlio, Horus).

Tuttavia, prima che Iside possa iniziare preparativi più lunghi per riportare Osiride in vita in modo permanente, Set scopre il corpo di Osiride (che Iside aveva precedentemente nascosto presso il Nilo) durante una spedizione di caccia.

Temendo che il legittimo sovrano dell'Egitto venga riportato in vita, Set smembra il corpo di suo fratello in quattordici pezzi. Quindi nasconde i quattordici pezzi in varie grotte, montagne e specchi d'acqua in tutto il mondo.

Dopo una lunga e faticosa ricerca, Iside riesce a ritrovare 13 dei 14 pezzi del suo amante. Tuttavia, nel momento in cui vede il quattordicesimo pezzo nascosto sul fondo di un lago, un grosso pesce lo mangia e lo digerisce all'istante.

Nonostante la scomparsa di quest'ultima parte del corpo di Osiride (parte che era il suo pene), Iside avvia il rituale mirato a riportare in vita Osiride .

Tuttavia, poiché è resuscitato senza tutti i suoi pezzi, Osiride non è più un "dio intero". Di conseguenza, non può più governare il mondo degli uomini. Così, Osiride, l'ex sovrano del mondo dei vivi, diventa il sovrano del mondo dei morti. Quanto a Set, inizia un regno sull'Egitto, che dirige con negligenza, lasciandolo cadere nell'anarchia quasi totale .

6) Horo

Horus, il dio falco Horus è il dio dalla testa di falco conosciuto come il protettore dei faraoni egiziani.

Nel mito di Osiride, è Horus a riportare la pace e l'armonia in Egitto affrontando suo zio Set. Infatti, da bambino, vedendo da lontano il regno crudele e disastroso di Set sugli uomini, Horus vuole riportare l'Egitto alla sua grandezza.

Da adulto, Horus troverà la giuria divina composta dagli dei Ra, Shu e Thoth per far valere i suoi diritti alla successione di Osiride .

Shu e Thoth, ben consapevoli del regno ingiusto e problematico di Set, concordano senza indugio con Horus. Shu e Thoth sono quindi pronti ad aiutare Horus a forzare l'abdicazione di Set senza indugio.

Tuttavia, Ra è molto turbato dal fatto che la sua opinione non sia stata chiesta per prima (perché è il dio creatore e il padre di tutti gli dei). Ra ordina quindi a Set e Horus di competere in una lunga serie di prove per decidere tra loro.

Incisione murale Seth contro Horus Iniziano le prove tra Set e Horus. Tuttavia, in ciascuna di queste sfide, Set usa l'astuzia e l'inganno per vincere. Funziona così bene in entrambe le aree che vince tutte le prime prove.

Questa situazione preoccupa molto Iside, che decide di aiutare suo figlio. Durante un'apnea prova nel Nilo tra Set e Horus (che precedentemente erano stati trasformati in ippopotami ) , Iside crea un arpione magico per portare Set sulla superficie dell'acqua, cosa che gli farebbe perdere la prova (gli antichi egizi avevano molta fantasia!) .

Il piano di Iside funziona e Horus vince il suo primo processo. Tuttavia, Horus è arrabbiato per la mancanza di fiducia di sua madre nei suoi confronti e gli strappa la testa prima di gettarla via (per fortuna, poco dopo, Thoth riporterà in vita Iside).

La giuria degli dei è molto scontenta di questo atto perché alzare la mano contro la propria madre non è un atto normale che può essere facilmente dimenticato. Ra, Shu e Thoth accettano quindi di dare un vantaggio a Set. Quest'ultimo avrà il diritto di scegliere la prova successiva, che sarà anche la prova definitiva che determinerà se Set o Horus governeranno l'Egitto.

In quest'ultima prova Set è molto sicuro di sé. Dichiara quindi che l'ultimo evento sarebbe una regata nautica con una piccola specificità: le barche dovrebbero essere solo di pietra .

Horus inizia a temere la sconfitta in questo evento finale. Per la prima volta imbroglia per vincere la gara. Per fare ciò costruisce una barca di legno ma per soddisfare i criteri stabiliti da Set per le barche, dipinge il legno con pezzi di roccia frantumata per simulare una barca interamente di pietra.

Piramidi del Regno d'Egitto Horus è un dio buono e onesto: la sua unica motivazione per barare è la paura di vedere l'Egitto nelle mani di un sovrano malvagio e irragionevole come Set.

Il giorno dell'evento Set non arriva con una barca ma con un piano: tagliare la cima di una montagna per farne una barca. Tuttavia, quando vara la sua "nave", questo pezzo di montagna sprofonda immediatamente sul fondo dell'acqua. Horus viene così dichiarato vincitore da Ra.

Da cattivo perdente, Set salta su Horus per cercare di ucciderlo . Con Horus sulla sua nave in questo preciso momento, la nave di Horus viene distrutta sotto il peso dei due dei. L'inganno di Horus viene rivelato al consiglio degli dei.

Non sapendo chi scegliere tra il cattivo perdente e l'ingannatore, Ra, Shu e Thoth vanno a trovare il saggio Osiride, ora dio egiziano della morte negli inferi egiziani.

Osiride prende posizione a favore di suo figlio: poiché Set ha preso il potere ingannando e poi uccidendo suo fratello, non ha alcun diritto sull'Egitto. Inoltre, per forzare la mano al consiglio, Osiride chiama le stelle, la Luna e il Sole (alcuni dei suoi buoni amici) nel suo regno sotterraneo, privando il mondo intero di ogni fonte di luce.

Incapaci di vedere il mondo svanire, Ra, Shu e Thoth concordarono con Osiride e nominarono Horus faraone d'Egitto .

Set, privato dell'immunità conferita dal suo status di faraone, viene processato per l'omicidio di Osiride e bandito nel deserto.

7) Imposta

Seth, il dio del male Set (o talvolta Seth) è il dio del caos, delle tempeste e del deserto.

Dopo la sconfitta contro Horus, Set inizia un lungo pentimento per l'omicidio di Osiride. Durante questo pentimento, Set fu chiamato ad aiutare Ra nella sua missione di illuminazione solare dell'Universo .

Set ora combatte ogni notte contro Apep per proteggere Ra da un serpente che vuole mangiarlo e dal Sole sulla sua testa.

È per questa storia di pentimento che Set è particolarmente amato dai faraoni. Infatti, combattendo Apep, Set rappresenta la lotta del bene contro il male e la tutela dell'ordine delle cose.

8) Nefti

Nephthys (o Nephthys), la dea della morte Nefti è la dea funeraria che veglia sui sarcofagi dei defunti egiziani.

Prima che il mito di Osiride iniziasse con il suo omicidio, Nefti era fortemente attratto da Osiride e lo sedusse travestendosi da Iside, la moglie di Osiride .

Da questa relazione adultera nascerà Anubi che verrà subito abbandonato nel deserto da Nefti per paura che suo marito Set si arrabbi davanti alla prova di questa infedeltà che questo bambino rappresenta. Fortunatamente, Anubi verrà accolto da Iside con l'aiuto degli sciacalli (che daranno ad Anubi la testa di un dio sciacallo).

L'infedeltà di Nefti ha pesanti ripercussioni perché è questa infedeltà che dà inizio all'odio e alla gelosia che Set proverà sempre di più per suo fratello Osiride. Si può quindi chiaramente affermare che Nefti contribuisce notevolmente all'omicidio di Osiride da parte del fratello-marito Set in modo indiretto.

9) Sekhmet

Sekhmet, la dea leone Dopo l'omicidio di Osiride da parte di Set, Ra non si rende immediatamente conto che il mondo è rimasto senza un faraone benevolo e che gli uomini stanno entrando in una grande era di anarchia. Durante questo periodo oscuro, le statue degli dei principali vengono abbattute e i loro templi distrutti.

Quando Ra si rende conto del caos che c'è sulla Terra, manda lì il suo occhio destro sotto forma di Sekhmet , la dea leone della guerra. Gli ordini di Sekhmet sono di massacrare tutti gli uomini, le donne e i bambini sulla Terra.

Fortunatamente per la civiltà umana, Ra rivede se stesso e capisce che gli uomini sono quello che sono e che li ama ancora così come sono. Ra rinuncia quindi al massacro e ricorda Sekhmet che diventa nuovamente il suo occhio: la civiltà umana è salva!

10) Bastet

Bastet, la dea leone Bastet (o Bast) è la dea dei gatti, del piacere e di "tutto ciò che è piacevole" . Bastet era una dea molto popolare nell'antico Egitto a cui venne chiamata anche una città in suo onore: Bubastis.

Poiché si riteneva che Bastet concedesse molti favori, tutti i gatti d'Egitto erano adorati dagli antichi egizi. In effetti, potrebbero tutti essere potenzialmente incarnazioni di Bastet.

Per questo motivo, nell'Egitto faraonico, uccidere o alzare la mano contro un gatto era un atto altamente riprovevole e spesso punibile con la morte.

In alcuni resoconti che descrivono gli attributi del dio supremo Ra, Bastet è talvolta il sostituto di Set nella lotta contro il serpente Apep per proteggere Ra sulla sua celeste barca solare.

11) Hathor

Hathor, la dea a volte con la testa di mucca Dea dotata di corna di mucca, Hathor è la dea della bellezza, dell'amore e della gioia . Hathor è anche la moglie di Horus, che Horus sposa dopo aver trionfato su Set.

Hathor è fortemente legato a Sekhmet e Bastet. Infatti, nei miti egiziani, quando Hathor è gioiosa, diventa Bastet (la dea gatto). Quando Hathor è arrabbiata, diventa Sekhmet (la dea leone).

12) Anubi

Anubi, il dio lupo Anubi è il dio dei morti dalla testa di sciacallo . È lui che saluta i morti egiziani dopo la loro morte.

Anubi è il figlio di Nefti (la moglie di Set) che fu abbandonato da Set ma fu allevato da Iside (la moglie di Osiride). Per questo motivo Anubi diede a Osiride il titolo di “dio della morte”. Infatti, dopo l'assassinio di Osiride da parte di Set, Anubi darà a Osiride questo titolo in ringraziamento per il modo in cui Osiride e Iside si sono presi cura di lui durante la sua infanzia.

Abbiamo trovato Anubi nel "rituale della pesatura dei cuori dei morti egiziani" per determinare se fossero degni di accesso al paradiso dell'Aldilà . In questo rituale, Anubi confrontava il peso del cuore di una persona deceduta con il peso di una piuma della dea alata Maat su una bilancia.

Se il cuore era inferiore o pesante quanto la piuma, l'anima a cui apparteneva il cuore aveva il diritto di ascendere al paradiso dei Beati di Osiride.

Tuttavia, se il cuore era troppo pesante (perché appesantito da troppi crimini), l'anima veniva mangiata dalla prossima dea che presenteremo: la dea divoratrice di anime Ammit.

13) Ammetto

Âmmout, la dea degli inferi Quando un'anima che arriva vicino ad Anubi è ritenuta troppo peccaminosa, Ammit , la dea divoratrice di anime, la mangia . L'anima viene quindi "dimenticata per sempre", che è la più grande forma di vergogna che un egiziano possa provare dopo la morte.

14) Thòt

Thot, il dio della conoscenza Thoth è il dio egiziano con la testa di ibis . Inventore dei geroglifici e di tutte le scienze, è il dio degli scribi, della conoscenza e dell'apprendimento.

Il dio ibis ha un ruolo importante anche nella pesatura dei cuori (presentata prima): Thoth ha il compito di verificare che nessun elemento esterno disturbi il giudizio dei morti. Così, grazie a Thoth, il giudizio sulla bilancia di Anubi è sempre giusto e senza difetti.

15) Khepri

Khepri, il dio scarabeo Il dio scarabeo Khepri è la forma assunta da Ra quando quest'ultimo creò il Sole (cioè prima di assumere la forma di un dio falco).

Ad ogni alba, dopo aver riportato il Sole verso est attraverso gli inferi (come abbiamo visto in precedenza in questo articolo), Ra riprende la sua forma di "dio Khepri". È solo quando il Sole è alto nel cielo che Ra riacquista la sua forma di dio dalla testa di falco.

16) Ptah

Ptah, il dio degli artigiani Sempre rappresentato mummificato con uno scettro, Ptah è il dio degli artigiani .

In alcuni resoconti dell'antico Egitto, Ptah è ritratto come il dio creatore supremo che creò Ra con il suo pensiero, prima di creare tutti gli altri dei e dee.

17) Amun

Amon, il dio della creazione Alla fine della civiltà egizia, Amon (o talvolta Amun-Ra ) divenne un dio creatore insieme a Ra . Mentre Ra crea tutti gli elementi minerali che compongono l' Universo (la Terra, il Sole e le stelle), Amun crea la vita umana, animale e vegetale.

Secondo il mito di Amon , si trasforma in un'oca per deporre un uovo gigante. Amon si trasforma quindi in un serpente per incubare l'uovo per millenni. Dopo questo lungo periodo di tempo, dall'uovo provengono tutti gli esseri umani, gli animali e le piante che popoleranno la Terra creata da Ra.

18) Taweret

Touaret, la dea delle donne incinte Taweret è una dea metà donna, metà ippopotamo e metà leone . Ha quindi il corpo di donna, la testa di ippopotamo e i piedi di leone. Taweret è la dea protettrice delle donne incinte e dei neonati.

19) Sobek

Sobek, il dio coccodrillo Sobek è il dio dalla testa di coccodrillo della mitologia egizia .

In Egitto, 4500 anni fa, i coccodrilli erano molto presenti nel Nilo e nei suoi dintorni. I coccodrilli erano bestie selvagge che si nascondevano in riva al mare prima di catturare, annegare e mangiare gli egiziani che si avventuravano sulle rive del Nilo (o nei laghi e negli stagni intorno al Nilo).

Per questo motivo gli antichi egizi adoravano Sobek perché si supponeva fosse il padre di tutti i coccodrilli e quindi avesse un grande controllo sui suoi figli.

Gli dei dell'antico Egitto

Ora sai tutto sugli dei più importanti dell'antico Egitto. Abbiamo infatti visto insieme:

  • Gli dei Ra, Aton, Apep e Sekhmet coinvolti nel "mito di Ra"
  • Gli dei Osiride, Iside, Horus, Set e Nefti coinvolti nel "mito di Osiride"
  • Gli dei Anubi, Ammit e Thoth sono coinvolti nella pesatura dei cuori
  • Gli dei Sobek, Khepri, Ptah, Amun e Taweret che sono importanti nelle antiche tradizioni egiziane

Ora, forse vuoi portare un po' di Egitto nella tua vita? Per questo, tra le nostre collezioni di gioielli, abbiamo selezionato alcuni anelli egiziani e anelli con sigillo legati alla mitologia egizia.

Scopri questi pezzi sapientemente ispirati facendo clic sull'immagine qui sotto.

Il dio dell'Egitto
Torna al blog